microlina:

axeman72:

paturnienotturne:

A voi è mai capitato di svegliarvi la mattina presto, con quell’ansia pre-esame che vi manda in subbuglio il pancino, prepararvi ripetendo tutte le cose e facendo discorsini vari perché non si sa mai, arrivare all’università un po’ agitati, parlare fuori con i compagni di cose tipo: ma tu questo lo sai? E quell’altro secondo te lo chiede? Oddio non so niente, panico morte ignoranza pura! dirigervi tutti spauriti verso l’aula, trovarla chiusa, aspettare mezz’ora per poi sentirvi dire che il professore, per motivi ignoti, non può venire e il tutto è spostato a data da definirsi? A voi è mai capitato? A me è successo oggi per la prima volta e quindi vaffanculo.

Innumerevoli volte. Il menefreghismo dei professori è il motivo principale per cui ho sfanculato l’uni.
(E no, l’ansia pre esame non è mai stata un mio problema. Lo era molto di più la consapevolezza di avere a che fare con gente che, per carattere e competenza professionale, poteva giusto svolgere il mestiere di inerte per cls)

Ma è solo da mia sorella che i prof vanno a fare lezione anche con piedi ingessati e febbre a 39? Parrebbe di sì…
A me all’Uni è successo una sola volta, ma è stata decisiva – purtroppo – alla mia rinuncia. Ma la colpa, della rinuncia, è stata mia.
p.s.: mia sorella risponde agli studenti via mail anche a Natale e Ferragosto…

Fine anni ottanta, Roma: il professore non si presenta all’esame perché doveva vendemmiare e si era dimenticato di avvertire. Vi risparmio i porconi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...