Ti sposo per caso

TSPC.jpg

Denise Grover Swank, Ti sposo per caso (The Substitute), Piemme 2017

Lei è bellissima (ovviamente) e molla quello schifo di fidanzato che si ritrova a poche settimane dalle nozze, ma non ha il coraggio di dirlo alla sua terribile e perfettissima madre, che sta organizzando per lei il matrimonio dell’anno. Sul volo che la porta verso la tragedia familiare incontra Lui, bellissimo (ovviamente), che ha solo pochi giorni di tempo per salvare la sua azienda… dal padre di lei. Il titolo originale, The Substitute, dice il resto.

Prima parte di una trilogia (ovviamente). Le protagoniste degli altri due volumi saranno, con ogni probabilità, le due amiche del cuore, che conosciamo in questo romanzo e delle cui vicende abbiamo già capito tutto.

Anche per questo rosa è caldamente consigliata una sospensione dell’incredulità a prova di soap opera.

La piccola libreria sulla Senna

Raisin.JPG

Rebecca Raisin, La piccola libreria sulla Senna (The little bookshop on the Seine), Piemme 2017

Sospendete l’incredulità, se potete: qui è tutto delizioso, pittoresco, a tratti incantevole. Non si leggono dei libri, ci si innamora dei protagonisti (per forza: è obbligatorio). Perfino la monumentale pasticceria Ladurée sugli Champs Elysées diventa piccola, probabilmente per aumentare il senso di cosiness. Qui è possibile che due libraie, una che vive a Parigi e l’altra nel Connecticut, si scambino i negozi (deliziosi e accoglienti, ça va sans dire) in barba a leggi, regolamenti e permessi di soggiorno. Le francesi sono tutte belle ed eleganti, le amiche americane rimaste a casa pure, e in più sono LA FAMIGLIA. Il fidanzato poi è alto, bruno, bello e fa il reporter d’assalto (l’equivalente moderno dell’aviatore di Liala).

Insomma, è un rosa che più rosa non si può: solo per veri cultori del genere.

È l’amore che sceglie

weiner

Jennifer Weiner, È l’amore che sceglie (Who Do You Love), Piemme 2016

L’epoca della chick-lit allegra e scanzonata è finita da tempo e le scrittrici americane ripiegano sul romanzo sentimentale più classico e intimista. Jennifer Weiner, vecchia volpe del genere, imbastisce la storia di un amore ‘comune’ tra due persone che i casi della vita uniscono e dividono nel corso di molti anni. I casi della vita in questione passano con disinvoltura dai consueti tradimenti al doping sportivo (addirittura!), ma naturalmente il lieto fine è assicurato.

 

 

Squisito!

DELICIOUS! (PR)

 

Ruth Reichl, Squisito!, Salani 2015

L’autrice è una giornalista gastronomica che si cimenta con un romanzo sentimentale nel quale, ovviamente, la cucina fa da padrona. Una timida giornalista dal palato fenomenale arriva nella redazione di una rivista e scopre un archivio segreto di lettere della seconda guerra mondiale. Può mettere appetito.

 

 

Younger

Younger

 

 

 

 

 

 

 

 

Pamela Redmond Satran, Younger, Piemme 2015

Una donna di quarantaquattro anni è costretta a spacciarsi per ventiseienne per riuscire a trovare lavoro. Un “femminile” tutto sommato originale e gradevole, dal quale è stata tratta anche una sitcom di successo. Ideale per la spiaggia.